Efficienza energetica nei Comuni - Un modello per il futuro

“Efficienza e risparmi energetici sono le basi essenziali per un ambiente sostenibile e per la protezione del clima. La strategia europea per l’energia e clima “Europa 20-20-20 " lanciata nel 2009 ha adottato una serie di misure contro i cambiamenti climatici al fine di ridurre le emissioni di gas a effetto serra del 20% e di aumentare la quota di energia prodotta da fonti rinnovabili del 20% entro il 2020”, così Andreas Pichler, direttore dell’Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige ha introdotto il colloquio estivo del progetto Comuni A++.
Anche l’Alto Adige, mira a diventar entro il 2050 un territorio clima neutrale, perseguendo la visione europea e a tale scopo si è posto obiettivi ambiziosi nei medesimi ambiti come ad esempio il raggiungimento in 16 anni della produzione del 75% del suo fabbisogno energetico da fonti di energia rinnovabili.
Per realizzare questi obiettivi, ha però bisogno di comuni forti. Poiché i comuni sono un tassello chiave nel sistema multi-livello europeo. Essi, infatti, sono attori chiave nel dibattito sul clima, poiché l'80% del consumo totale di energia e l'80% delle emissioni di CO2 sono prodotte in aree urbane.

Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige ha organizzato, giovedì 24 luglio per festeggiare dopo tre anni di attività la conclusione del progetto Interreg “Comuni A++- Siamo comunità dell’energia”, un colloquio estivo dal titolo “Efficienza energetica nei Comuni -. Un modello per il futuro", durante il quale sono stati sottolineati gli attuali sviluppi sul tema dell'efficienza energetica in Alto Adige e sul ruolo dei comuni come attori attivi nella protezione del clima per il raggiungimento degli obiettivi UE 20-20-20. All’interno del dibattito Il presidente del Consorzio dei Comuni dell’Alto Adige, Andreas Schatzer, ha posto l’accento sull'importanza delle misure d’incremento dell'efficienza energetica nei Comuni poiché essi "non sono solo redditizi in termini ecologici, ma anche in termini economici".
Il risultato della manifestazione è riassumibile nelle parole della dott.sa Johanna Plasinger-Scartezzini, Direttrice dell'Ufficio dell'Istituto provinciale di statistica ASTAT, secondo cui “sono necessari ulteriori sforzi per raggiungere gli obiettivi di protezione del clima”. Infatti, sebbene l’Alto Adige sia leader in Italia nell'utilizzo delle energie rinnovabili, in altri settori nuove sfide dovranno essere affrontate nei prossimi anni come ad esempio: l’aumento dei consumi energetici pro-capite e l’aumento dell’ intensità energetica dell'economia locale.
Inoltre Helmuth Moroder, City Manager della Città di Bolzano ha fatto appello alle amministrazioni affinché creino “degli strumenti giuridici intelligenti che incentivino i cittadini a intraprendere misure di efficienza energetica anche nel settore privato”.
Infine l’evento è stato l’occasione per presentare in anteprima i risultati dello studio di fattibilità per un nuovo programma di gestione energetico per i comuni realizzato da Agenzia per l’Energia Alto Adige -CasaClima in collaborazione con l‘Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige e l’Agenzia provinciale per l’Ambiente. Il programma si baserà soprattutto sui risultati ottenuti all’interno del progetto Comuni A++.

All’evento sono stati invitati non solo i “comuni energetici” che hanno partecipato al progetto ma anche alcuni esperti locali provenienti dalle maggiori organizzazioni e agenzie attive sul campo quali Agenzia Casa Clima, EURAC, TIS – Innovation Park e Energieforum Alto Adige. La responsabile del progetto Sara Giona, sottolinea la sua soddisfazione nella partecipazione numerosa da parte di tutti gli enti coinvolti nel progetto. “Senza il contributo dei Comuni A++ e delle organizzazioni che ci hanno supportato in questi tre anni il progetto non avrebbe mai raggiunto e superato gli obiettivi previsti, quali 113 Comuni e 512 persone coinvolte a livello transfrontaliero.

La serata si è conclusa con una cerimonia di premiazione dei Comuni A++ che hanno aumentato la loro efficienza energetica e attuato con successo misure di risparmio nel settore energetico nell'ambito del progetto.

Foto/immagini allegate: Foto 1: Premiazione di gala per i comuni altoatesini. Nella foto Michele Braito - Referente Comune di Egna e Sara Giona - Collaboratrice Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige.


Il progetto Comuni A++
Il progetto, realizzato in collaborazione da cinque territori, quali Tirolo, Carinzia, Provincia di Belluno, Friuli Venezia Giulia e Alto Adige, mirava ad incrementare l’efficienza energetica sul piano comunale attraverso una consulenza competente e attività di sensibilizzazione e viene cofinanziata dal fondo europeo per lo sviluppo regionale – INTERREG IV Italia Austria. Il progetto è iniziato a settembre 2011 e si concluderà a fine agosto 2014.

Risultato progetto:
Obiettivo Totale
n. comuni coinvolti 70 113
n. persone coinvolte tra amministratori comunali 140 512
n. famiglie coinvolte 110.000 84.000

Ulteriori informazioni sul progetto Comuni A++ sono reperibili sulla Homepage dell´Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige (www.ecoistituto.it) oppure sul sito di progetto (www.comunita-energia.it/).



L´Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige
L´Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige dal 1989 opera come organizzazione no-profit e promuove lo sviluppo sostenibile sia a livello nazionale che internazionale.
Mediante l´attuazione di progetti concreti agisce in campo culturale e promuove misure di sensibilizzazione per la promozione di azioni che contemplino allo stesso tempo tematiche come l´ecologia, l´economia e le problematiche sociali.

Per ulteriore informazioni:
Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige, dott.sa Sara Giona, Tel.: 0471 057310, info@oekoinstitut.it
 Torna alla lista 
 


 

Ecoistituto Alto Adige
Via Talvera 2
39100 Bolzano, Italia
Tel. 0471 057300
Fax 0471 057319
E-Mail:
PEC:
www.oekoinstitut.it
 
 
 
© 2017 Ecoistituto Alto Adige | Partita IVA IT01385850217 produced by Zeppelin Group – Internet Marketing
DE | IT