Giardinaggio e degustazioni a Lana

Una piccola retrospettiva del corso "Urban Gardening" nella giardineria "Galanthus" a Lana.
È un mercoledì pomeriggio di aprile alla giardineria Galanthus a Lana. Il sole riscalda piacevolmente, gli uccellini cinguettano, le api ronzano, un puro idillio per il giardinaggio. Le partecipanti al corso “Urban Gardening” entrano lentamente, ammirando le piante e le decorazioni del giardino claustrale ed emozionandosi all’idea di quello che impareranno oggi. Sono 21 donne e un uomo che hanno aderito all’iniziativa dell’Ökoinstitut nell’ambito del progetto “Provaci” all’insegna di uno stile di vita sostenibile.

Coltivare erbe da cucina vicino alla finestra non è niente di nuovo. Però, insalata asiatica, cavolo nero e rape gialle non sono prodotti che si trovano su tutti i balconi. Già al primo pomeriggio le partecipanti hanno visto crescione e Smoothie-Grass in un barattolo: il crescione necessita di luce per germogliare, perciò non viene coperto di terra, l’erba invece ha bisogno di uno strato di terra dopo la semina. Alla fine il tutto viene innaffiato abbondantemente e già nel giro di una settimana può essere raccolto. La giardiniera Annemarie spiega che nei vasi tenuti in balcone è necessario concimare di più rispetto a quanto si fa in un orto. Anche le erbe mediterranee, in queste condizioni, hanno un bisogno costante di sostanze nutritive per crescere al meglio.

Per l’ultimo pomeriggio del corso gli organizzatori dell’Ökoinstitut si sono inventati qualcosa di particolare. I cuochi Luis Agostini e Michael Seehauser di Condito hanno allestito una “cucina da giardino” all’interno della serra dei gerani della giardineria Galanthus, creando un fantastico menù sulla base di erbe e insalata fresca e dispensando allo stesso tempo una serie di trucchi e consigli. Per realizzare una deliziosa salsa tonnata, ad esempio, non è indispensabile la maionese. È sufficiente soffriggere carote, sedano e cipolle in olio d’oliva, scottare con vino bianco e, infine, omogeneizzare insalata, tonno e capperi nel mixer.

La serata di degustazione rappresenta la fine del corso di giardinaggio, offerto dall’Ökoinstitut nel ramo dei progetti denominati “Provaci!”. L’obiettivo di sperimentare qualcosa di nuovo e rapportarsi ai temi della sostenibilità e territorialità è stato raggiunto da tutti e, allo stesso tempo, ha fatto divertire, sia al giardinaggio, sia alla degustazione.

PS: L’unico partecipante maschile è sempre incluso nella dicitura “le partecipanti”. Alexander con il pollice verde non ce ne vorrà, ne siamo certi!
 Torna alla lista 
 


 

Ecoistituto Alto Adige
Via Talvera 2
39100 Bolzano, Italia
Tel. 0471 057300
Fax 0471 057319
E-Mail:
PEC:
www.oekoinstitut.it
 
 
 
© 2017 Ecoistituto Alto Adige | Partita IVA IT01385850217 produced by Zeppelin Group – Internet Marketing
DE | IT