L'Alto Adige pedala, al via il 18 marzo il cicloconcorso

Dal 18 marzo si ricomincia a pedalare e accumulare chilometri per il cicloconcorso "L'Alto Adige pedala".
Nel 2015 avevano preso parte alla seconda edizione ben 2246 altoatesini, i quali avevano percorso complessivamente più di 1,6 milioni di chilometri. Oggi (14 marzo) la terza edizione è stata presentata dagli assessori Richard Theiner e Waltraud Deeg.
I vincitori dell'anno scorso: Alexander Wallnöfer di Raiffeisen Online, l'assessora Waltraud Deeg per la Provincia di Bolzano e Heinrich Kainz del Comune di Plaus
Organizzato nell'ambito del progetto Green Mobility da STA (Strutture trasporto Alto Adige) e Ökoinstitut, la terza edizione di "L'Alto Adige pedala" punta a sensibilizzare la popolazione all'utilizzo della bicicletta nella vita di tutti i giorni sottolineandone i vantaggi dal punto di vista della salute, dell'ambiente e anche del portafoglio. "Invitiamo a partecipare tutti i comuni, le aziende, le amministrazioni pubbliche, ma anche associazioni, scuole ed enti di formazione", è l'appello lanciato dalla direttrice di Ökoinstitut, Irene Senfter.

Tra il 18 marzo e il 18 settembre, può iscriversi chiunque percorra in quest'arco di tempo almeno 100 km. in sella ad una bici, assegnando il proprio profilo ad una o più organizzazioni. I partecipanti possono inserire i chilometri direttamente sulla piattaforma online www.altoadigepedala.bz.it oppure sull’app “Alto Adige bici”. Sul portale web è anche possibile creare delle squadre con altri partecipanti e sfidare amici a gareggiare insieme. Il conteggio dei chilometri può essere effettuato con un contachilometri oppure con l’aiuto di Google maps.

Il cicloconcorso non pone l’attenzione solo sull’aspetto ecologico e su quello fisico, ma anche sul divertimento: si possono infatti collezionare alcuni trofei virtuali. Dopo aver bruciato un determinato numero di calorie, ad esempio, si riceve una pallina di gelato virtuale, oppure si ricevono i simboli di costruzioni famose, come la torre di Pisa o l’Acropoli, dopo aver pedalato tanti chilometri quanti coprono la distanza dall’Alto Adige fino a questi monumenti.
"Con la bici e con i servizi del trasporto pubblico - ha sottolineato il direttore di Dipartimento Valentino Pagani - in Alto Adige ci sono moltissime possibilità per viaggiare in modo flessibile e rispettoso dell’ambiente". "Ognuno di noi - ha aggiunto l'assessore all'ambiente Richard Theiner - può contribuire concretamente e senza troppa fatica a ridurre il traffico e le emissioni inquinanti, e a migliorare la qualità della vita, utilizzando più spesso possibile la bici al posto dell’auto".

Tra i vincitori dello scorso anno vi è stata anche l'amministrazione provinciale, che nella categoria "aziende con più di 250 collaboratori" ha raggiunto il ragguardevole traguardo di 170mila km. percorsi. "I collaboratori che iniziano la giornata pedalando - ha concluso l'assessora al personale Waltraud Deeg - portano con sé motivazione e brio, e contribuiscono a migliorare il clima sul luogo di lavoro".

Maggiori informazioni sull'iniziativa sono reperibili su www.altoadigepedala.bz.it

Fonte: Comunicato Stampa STA,14.03.2016

 Torna alla lista 
 


 

Ecoistituto Alto Adige
Via Talvera 2
39100 Bolzano, Italia
Tel. 0471 057300
Fax 0471 057319
E-Mail:
PEC:
www.oekoinstitut.it
 
 
 
© 2017 Ecoistituto Alto Adige | Partita IVA IT01385850217 produced by Zeppelin Group – Internet Marketing
DE | IT