La protezione del clima inizia nel proprio comune

La protezione del clima non è solo un tema di competenza delle specifiche conferenze internazionali – anche i comuni devono sempre più reagire alle conseguenze dei cambiamenti climatici. Possibilità concrete di azione sono state al centro del corso pratico per “incaricato comunale alla protezione del clima”, che si è tenuto da ottobre 2014 ad aprile 2015 in Austria ed in Italia. Venerdì i partecipanti sono stati premiati ad Innsbruck.
25 rappresentanti comunali ed interessati da Alto Adige, Tirolo e Vorarlberg hanno sfruttato questa opportunità formativa unica a livello europeo, offerta dall’Alleanza per il clima del Tirolo, l’Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige, l’Energieinstitut Vorarlberg e le amministrazioni provinciali. I corsisti hanno ricevuto il certificato di “responsabile comunale per la protezione del clima” nell’ambito dell’evento finale da parte della vicepresidentessa del Tirolo Ingrid Felipe e del direttore dell’Ökoinstitut Andreas Pichler. “Nella protezione del clima è essenziale guardare oltre ai propri confini. Il corso prepara i comuni di tre regioni a reagire agli effetti dei cambiamenti climatici e fornisce conoscenze ed idee per una collaborazione sovracomunale, che è di necessità impellente” ha ricordato Felipe mentre spiegava l’importanza del corso per la protezione del clima comunale. Grazie al contatto diretto con i cittadini, i comuni attraverso le proprie attività “sono in grado di contribuire in maniera significativa al cambiamento di valori e delle coscienze e mobilitare i cittadini nella lotta ai cambiamenti climatici.”

Forza innovativa per i comuni
A fianco di famosi ricercatori del clima come Helga Kromp-Kolb dell‘università di Vienna e Georg Kaser dell’Università di Innsbruck, a tenere degli interventi durante il corso sono stati diversi esperti e rappresentanti delle amministrazioni centrali e locali, professionisti della comunicazione e persone attive sul campo. Anche il “monaco del clima” Edmund Brandner ha presentato in maniera umoristica il proprio tentativo di vivere per un anno in maniera compatibile con il clima.

Mediante esercizi pratici su diversi progetti concreti, i partecipanti hanno potuto sviluppare concetti di protezione del clima per il proprio comune o azienda, parte dei quali è già stata realizzata con successo. I risultati qualitativamente di alta qualità spaziano da linee guida per acquisti sostenibili ad offerte per un giardinaggio ecologico, passando attraverso iniziative per la riduzione della propria impronta ecologica. Risultato del progetto sono quindi „numerosi progetti esemplari e competenze mirati alla protezione del clima a livello comunale. I partecipanti dispongono ora degli strumenti per fungere da responsabili nella realizzazione di progetti efficaci di protezione del clima in collaborazione con comune, aziende e privati”, ha aggiunto Andreas Pichler, direttore dell’Ökoinstitut, quali ulteriori risultati di questa offerta formativa.

Il corso per incaricati comunali alla protezione del clima è stato organizzato dall’Alleanza per il clima in collaborazione con l’Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige e l’Energieinstitut Vorarlberg così come le amministrazioni provinciali di Tirolo, Alto Adige e Vorarlberg. I partecipanti altoatesini sono stati sostenuti mediante un contributo dell’agenzia provinciale per l’ambiente.

I partecipanti altoatesini:

 Nome Cognome Comune/Istituzione
 Othmar
 Malleier  Commissione edilizia Tscherms
 Werner  Ausserer  Com. compr. Burgraviato
 Rudi  Rieder  Movimento 5 Stelle Alto Adige, Terlan.
 Martin  Geier  Comune di Lagundo
 Klaudia  Resch  Thalguterhaus Lagundo
 Leonhard  Mair  Comune di Barbiano
 Hans  Fischer  Comune di Cortaccia
 Irmgard   Brunner  Comune di Nova Ponente
  Josef  Oberhofer   Associazione per la conservazione della patria Alto Adige




Foto: „Klimaschutzlehrgang Südtirolerinnen“ e „Klimaschutzlehrgang Gruppenfoto alle“
Sottotitolo della foto „Klimaschutzlehrgang Südtirolerinnen“, da sinistra a destra: Martin Geier, Hans Fischer, Ariane Messner (Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige), Klaudia Resch, Werner Ausserer, Josef Oberhofer, Othmar Malleier, Leonhard Mair, Irmgard Brunner, Vicepresidentessa del land Ingrid Felipe und Andreas Pichler (Direttore Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige) (manca Rudi Rieder)
Diritti d’autore fotografie: Alleanza per il clima Tirolo

L’Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige:
Fondato nel 1989 come associazione senza fini di lucro, l’Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige opera a livello locale ed internazionale per dare il proprio contributo ad uno sviluppo sostenibile. Si propone come punto d'incontro tra ecologia, economia ed aspetti sociali realizzando progetti concreti, attività culturali e di sensibilizzazione.

Ulteriori informazioni:
Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige, Ariane Messner, Tel.: 0471 057312,
messner@ecoistituto.it

 Torna alla lista 
 


 

Ecoistituto Alto Adige
Via Talvera 2
39100 Bolzano, Italia
Tel. 0471 057300
Fax 0471 057319
E-Mail:
PEC:
www.oekoinstitut.it
 
 
 
© 2017 Ecoistituto Alto Adige | Partita IVA IT01385850217 produced by Zeppelin Group – Internet Marketing
DE | IT