Provaci

“Provaci” è il nome del nuovo progetto dell’Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige, ed offre la possibilità di riscoprire uno stile di vita sostenibile ed ecologico, sperimentando nuove abitudini e modificandone altre.
Il progetto, che è supportato dall’Agenzia provinciale per l’Ambiente, la DB ÖBB e la Fondazione Cassa di Risparmio, vorrebbe riscontrare la partecipazione di gruppi e associazioni, ma anche singoli individui, per sperimentare insieme e in maniera divertente nuove strade. Ieri, presso la floricoltura Schullian, ha avuto luogo la conferenza stampa di inizio progetto.

La proposta del progetto “Provaci” comprende dei corsi di cucito, il restauro di vecchi mobili, l’utilizzo delle bici per andare a fare allenamento di calcio, l’orto sul balcone, la possibilità di provare il car sharing. Ce n’è per tutti i gusti. Verrà messo un accento anche sulla cultura, con la collaborazione, ad esempio, con il Jazzfestival, il Transart, e il Carambolage. “Con la sua offerta il progetto vorrebbe invogliare a compiere piccoli passi nella giusta direzione, verso un minore sfruttamento di risorse, e verso il rispetto dell’ambiente, per rendere il mondo un posto migliore. Quello che ad un primo sguardo potrebbe sembrare una rinuncia, ad uno sguardo più attento si rivela un miglioramento della qualità di vita”, così dice la direttrice dell`Ökoinstitut, Irene Senfter.

Il progetto è cominciato da poco con il corso “Gardening and Cooking” organizzato insieme alla floricoltura Schullian. Il corso punta a coinvolgere i principianti giardinieri e giardiniere “da balcone”, che avevano solo bisogno di un paio di nuovi consigli per prendersi cura dei loro orti.

In tre moduli, i partecipanti seguono un’introduzione teorica e pratica su come sfruttare un balcone o un davanzale per le proprie fragole, piante aromatiche e verdure adatte al balcone e su come prendersi cura delle piante. La serata di ieri si è conclusa con una dimostrazione di cucina del famoso cuoco Luis Agostini con i suoi squisiti diversi piatti a base di erbe aromatiche. La degustazione è stata offerta gratuitamente ai partecipanti e ai rappresentanti dei media, si ringraziano vigna “Alois Lageder” per il vino e “Naturalia” per gli ingredienti.

Il corso ha riscosso un grande successo ed ha dimostrato che provare da soli a coltivare un orto è fonte di grande serenità in tante persone, specialmente in un periodo nel quale siamo sommersi dal consumismo. A volte è sufficiente solo un po‘ di„“know how“ per raggiungere il proprio successo, per esempio, poter raccogliere i propri pomodori sul balcone.

Roberta Nicolodi, partecipante al corso, ha apprezzato questi consigli concreti: “con un mix di teoria e pratica abbiamo imparato quali piante sono più appropriate al balcone, quali stanno bene insieme, come vanno accudite correttamente e quali sono gli errori che si dovrebbero evitare”.

Anche per la DB-ÖBB il tema della sostenibilità è molto rilevante nella strategia d’impresa, ed è per questo che l’azienda ha preso parte al progetto come “mobility partner”. “Il treno è il mezzo di trasporto sostenibile per eccellenza con il quale arrivare e muoversi in Alto Adige”, così dichiara Kerstin Hillen, della DB Bahn Italia.

Ulteriori informazioni sul progetto “Provaci” dell’Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige su www.ecoistituto.it e brevemente anche su http://www.probieramol-provaci.it/

Responsabile:
Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige
Sonja Abrate: Sonja.abrate@oekoinstitut.it, Tel. 0471 05 73 21

 Torna alla lista 
 


 

Ecoistituto Alto Adige
Via Talvera 2
39100 Bolzano, Italia
Tel. 0471 057300
Fax 0471 057319
E-Mail:
www.oekoinstitut.it
 
 
 
© 2017 Ecoistituto Alto Adige | Partita IVA IT01385850217 produced by Zeppelin Group – Internet Marketing
DE | IT