“Strade in fiore”: Merano premiata per l’ippodromo su strada

“Trasformare grigi spazi stradali in variopinti spazi sociali”, questo è l’obiettivo dell’iniziativa “Strade in fiore”, un concorso transfrontaliero indetto per il secondo anno consecutivo in occasione della Settimana europea della mobilità sostenibile, nel periodo tra il 16 e il 22 settembre. Alla creatività non è stato posto alcun limite! In Alto Adige il concorso “Strade in fiore” è stato indetto dall’Agenzia provinciale per la mobilità.
In occasione del Convegno “Futuro: mobilità” svoltosi il 19 novembre ad Innsbruck, sono stati presentati i risultati del concorso “Strade in fiore”. La città di Merano è stata in questa occasione insignita del primo premio per l’Alto Adige: in collaborazione con il centro equestre cittadino, in occasione del concorso un tratto di strada del territorio di Merano è stato trasformato in un ippodromo. Oltre all’opportunità di salire in sella ad un cavallo per giovani e meno giovani, sono state offerte una serie di attività per i più piccoli, tra cui la possibilità di truccarsi il viso e di disegnare su un cartellone le proprie idee per una città amica dei bambini. Al fine di poter realizzare quest’iniziativa, il tratto di strada compreso tra via Toti, via Piave e via Petrarca è stato chiuso al traffico.

Andreas Pichler, direttore dell‘Ökoinstitut Südtirol, ha consegnato a nome dell’assessore provinciale alla mobilità Florian Mussner un certificato alla città e si è congratulato con i rappresentanti pervenuti per l’impegno durante la settimana della mobilità: Merano aveva già partecipato al concorso lo scorso anno.

Un ulteriore attestato è stato consegnato al comune di Reutte, che è stato scelto sia come vincitore del Land Tirolo sia come vincitore assoluto del concorso. A Reutte diverse vie sono state chiuse al traffico e ai cittadini sono state offerte diverse attrazioni e possibilità di partecipare in prima persona, affinché le strade diventassero una grande zona pedonale, ludica e ricca di attività. La sera, provenienti dalle quattro strade principali altrettante bande cittadine si sono riunite nei pressi del municipio. In seguito, la scuola di zumba ha offerto un corso gratuito rivolto a bambini e ragazzi.
In totale 24 comuni tirolesi ed altoatesini hanno partecipato all’iniziativa “Strade in fiore”. I nove comuni altoatesini sono stati: Badia, Gargazzone, Marlengo, Merano, Moso in Passiria, Naturno, Egna, Funes e Nova Levante. Tutti hanno promosso iniziative mirate alla riduzione del traffico e al miglioramento della qualità della vita dei cittadini.

Informazioni di contorno
La settimana europea della mobilità sostenibile è una settimana dedicata in tutta Europa ad iniziative tematiche, ed ha il suo culmine nella giornata senz’auto, che si tiene in tutto il mondo il 22 di settembre. Durante questa settimana a tema, che riscuote notevole successo in tutta Europa, dovrebbero essere organizzate una serie di iniziative che mirino a ridurre il traffico e ad incrementare la qualità della vita nelle nostre città e nei nostri paesi. Anche in Alto Adige ogni anno circa 45 comuni partecipano, offrendo ai cittadini un programma ricco di eventi durante uno o più giorni di questa settimana. Focus di tutte le iniziative sono la mobilità ciclabile e pedonale, la rinuncia all’auto e l’utilizzo degli spazi stradali come spazio per giocare e intrattenersi.

L‘Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige coordina la settimana della mobilità grazie al sostegno finanziario dell’Agenzia provinciale per l’ambiente e la Fondazione Cassa di Risparmio, e segue su incarico dell’Agenzia provinciale per la mobilità il concorso “Strade in fiore”.

La conferenza “Futuro: mobilità”, mobilità sostenibile in città e comuni tirolesi, durante la quale ha avuto luogo la premiazione, è una conferenza transfrontaliera, mirata alla condivisione di concetti di mobilità innovativi ed attenti al clima. Alla conferenza annuale hanno preso parte circa 150 esperti, pianificatori della mobilità e rappresentanti dei comuni e delle città tirolesi ed altoatesine. Qual è il ruolo di città e comuni nello sfruttamento sostenibile degli spazi pubblici? Qual è il margine d’azione sul confine labile tra ambiente e traffico, spesso ricco di conflitti? Durante la conferenza sulla mobilità organizzata da Land Tirolo, Alleanza per il clima del Tirolo, Provincia autonoma di Bolzano – Alto Adige e Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige, gli ospiti provenienti da Italia ed Austria si sono confrontati con gli ultimi sviluppi e con esempi di successo provenienti da iniziative di mobilità locali.

Foto:
Foto1: La premiazione ad Innsbruck; Fabrizio Oliver (2° da sinistra) ha ritirato l’attestato per la Città di Merano, Fonte: © Klimabündnis Tirol / Lechner
Foto2: L’ippodromo sulle strade di Merano, fonte: Città di Merano
 Torna alla lista 
 


 

Ecoistituto Alto Adige
Via Talvera 2
39100 Bolzano, Italia
Tel. 0471 057300
Fax 0471 057319
E-Mail:
www.oekoinstitut.it
 
 
 
© 2017 Ecoistituto Alto Adige | Partita IVA IT01385850217 produced by Zeppelin Group – Internet Marketing
DE | IT