Cooperazione allo sviluppo in Libano: lo sfruttamento del solare termico

Il Libano è un paese che dispone sul suo territorio di pochissime risorse naturali, tanto da dover importare il petrolio e altre fonti energetiche dall’estero. Questo complica decisamente lo sviluppo economico dello stato, soprattutto tenendo conto dei crescenti prezzi dell’energia a livello mondiale. A peggiorare la situazione il fatto che, al contrario di quanto accade in paesi limitrofi come Cipro e Israele, sono rarissimi gli impianti di sfruttamento dell’energia solare. Ciò è dovuto da un lato alle tensioni politiche interne, dall’altro sicuramente alla mancanza di esperti del settore, il che comporta a sua volta a una sfiducia degli stakeholders interessati.

Nell’ambito del progetto “Energia solare in Libano”, Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige ha svolto, presso la scuola Don Bosco Technique (DBT) di Fidar (Libano), due corsi inerenti il solare termico. I due corsi facevano parte di un programma di aiuti che il VIS (Volontariato Internazionale per la Sostenibilità) ha svolto in Libano su incarico del Ministero degli esteri italiano. Anche l’amministrazione provinciale altoatesina ha dato il proprio sostegno a quest’iniziativa. Attraverso un’intensa formazione nei campi della meccanica automobilistica, dell’elettronica, dello sviluppo industriale e delle energie rinnovabili, si intende incentivare la piccola impresa nel paese mediorientale, sostenendo anche uno scambio di conoscenze al di fuori della propria sfera culturale.

I due corsi concepiti da Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige avevano la seguente struttura: innanzitutto un corso per l’autocostruzione di collettori solari della durata di 60 ore, in un secondo momento un corso di 8 ore sui principi fondamentali per lo sfruttamento dell’energia solare termica, rivolto a esperti del settore. Entrambi i corsi sono stati svolti durante l’estate del 2008 da un collaboratore di Ökoinstitut in collaborazione con VIS e Cooperazione italiana.

Corso A: Autocostruzione di collettori solari
In questo corso i partecipanti hanno avuto modo di apprendere elementi basilari riguardanti lo sfruttamento dell’energia solare termica. Durante l’attività pratica hanno invece imparato a costruire un collettore solare, l’assemblaggio delle diverse componenti, e l’installazione dell’intero sistema. Hanno preso parte al corso 15 giovani di età compresa tra i 20 e i 35 anni. Tra i partecipanti, provenienti da diverse parti del Libano, erano presenti sia cristiani che musulmani, donne e uomini.
Alla fine del corso tutti erano in grado di costruire un collettore solare, capirne il funzionamento e provvedere all’installazione.

Si è trattato del primo corso mai tenuto in Libano per l’autocostruzione di collettori solari. Per questo motivo ha avuto anche una grande eco mediatica: sono state due infatti le emittenti televisive che si sono occupate del progetto, ovvero la LBC (Lebanese Broadcasting Corporation) e Rai1. L’intero impianto era costituito di 20 m² di pannelli solari termici e di un serbatoio per l’acqua calda della capacità di circa 2.000 litri.

Il corso ha ricevuto la certificazione da parte del Ministero per l’energia del Libano, e tutti i partecipanti hanno ricevuto, da parte del ministero stesso, un attestato. I ragazzi che hanno preso parte al corso hanno mostrato un grande entusiasmo per le tematiche trattate, dicendosi molto motivati a continuare, anche negli anni a venire, ad occuparsi del solare termico. Quattro di loro hanno espresso la forte intenzione di fondare già nell’autunno del 2008 una piccola impresa per l’installazione di impianti solari.
Il relatore del corso Dietmar Überbacher ha inoltre redatto in inglese un manuale sull’utilizzo dell’energia solare termica che è stato successivamente tradotto anche in lingua araba.

Corso B: Principi per lo sfruttamento dell’energia solare termica
Scopo principale di questo corso è stato quello di insegnare a esperti del settore delle energie rinnovabili i principi per lo sfruttamento dell’energia solare termica. Anche questo corso è stato riconosciuto dal Ministero per l’energia del Libano e rientrava in una strategia di formazione di esperti del settore delle rinnovabili. E’ stato tenuto da Dietmar Überbacher in stretta collaborazione con l’ing. Nader Hajj Shehadeh di LCECP (Lebanese Center for Energy Conservation Project), facente parte dell’UNDP. I 15 partecipanti erano tutti ingegneri che lavorano in Libano come consulenti nel campo energetico.

 Torna alla lista 
 


 

Ecoistituto Alto Adige
Via Talvera 2
39100 Bolzano, Italia
Tel. 0471 057300
Fax 0471 057319
E-Mail:
www.oekoinstitut.it
 
 
 
© 2017 Ecoistituto Alto Adige | Partita IVA IT01385850217 produced by Zeppelin Group – Internet Marketing
DE | IT